Classe V A

Liceo d'Arconate e d'Europa

Memoria cartacea e memoria digitale

Posted by gianlucaronzio su 25 gennaio 2009

Dalla British Library arriva il grido di allarme degli storici sull’uso del digitale e di Internet in generale. Ciò che rappresenta la «memoria di una nazione», dice la direttrice Lynne Brindley, e che sempre di più passa attraverso i siti online e altro materiale digitale come le email rischia di venire irrimediabilmente perduto. E ciò rappresenta un incalcolabile danno per i nostri discendenti. Il materiale online rischia di fare la fine dalle foto personali che accumuliamo disordinatamente nel nostro computer e che assai difficilmente potranno essere viste dai nostri nipoti, a differenza di quelle stampate e incollate su un album come si faceva fino a ieri.

Le biblioteche e gli archivi sono riusciti a conservare materiale cartaceo di inestimabile valore storico che risale anche a mille anni fa, ma già una enorme quantità di documentazione elettronica è andata perduta per sempre. Si pensi al valore degli epistolari e alla fine che fanno oggi le email. La Brindley fa due casi concreti. Il materiale sulle olimpiadi di Sydney, del 2000, rappresentato da 150 siti che erano stati aperti nell’occasione, è stato cancellato non appena i giochi sono finiti. E nei giorni scorsi dal sito della Casa Bianca è sparito – irrimediabilmente – il profilo di George W. Bush, sostituito daquello di Barack Obama.

Occorre pertanto, questa la conclusione sottolineata dall’Observer, creare settori computerizzati nelle principali biblioteche  per raccogliere quanto altrimenti andrebbe perduto. La British Library, sta per l’appunto cominciando a muoversi in questa direzione. (Fonte: Corriere della sera on line)

Quali sono le vostre riflessioni al riguardo? Allarmismo o concreto problema nell’era dei supporti digitali e dell’eclisse della carta?

3 Risposte to “Memoria cartacea e memoria digitale”

  1. Francesco said

    Grazie al prof. Ronzio per questo ulteriore spunto. Mi piacerebbe che anche qualcun altro commentasse! Speriamo in bene!

  2. Gianluca Ronzio said

    Rispondo a Francesco con le parole di un altro post, inviato al sito del Corriere. Per ulteriori confronti:
    http://vitadigitale.corriere.it/2009/01/digitale_memoria_british_library.html

    Postato da BlueHeaven | 26/01/2009

    Il problema e` molto interessante. Sono d’accordissimo sul discorso dei supporti. Ma c’e’ ancora dell’altro. Oggi quasi tutti hanno un atteggiamento verso i dati digitali come quello che hanno per le cose reali. Un esempio: ieri facevo delle foto e le mettevo nel cassetto, oggi faccio delle foto e` le metto nel pc o su CD. Solo che la foto nel cassetto, a meno di sciagurati incidenti, rimarra` molto a lungo senza che io debba fare nulla, ma la foto digitale no! Non solo il cambio di tecnologie e` letale ma anche la fragilita` del supporto. Quanti utenti hanno informazioni importantissime sul PC e non hanno una copia di back up? Ogni hard disk e` destinato a rompersi, ogni CD a diventare malfunzionante (oltre alla storia che durino solo un ventennio circa, pensate a quante volte avete materizzato un CD, lo avete controllato e tutto ok, e quando a distanza di tempo siete andati a ripescarlo era illegibile). Il supporto digitale non ha bisogno solo si essere immaganizzato da qualche parte, ma anche di una copia di sicurezza. Sostanzialmente se io uso salvare tutte le mie foto su un hard disk esterno avro` anche bisogno di un secondo hard disk per il backup, perche` il primo HD e` matematico che prima o poi cedera`. E siccome anche il secondo non sara` da meno si e` tirati dentro una spirale senza fine di backup su backp di materiale in continua crescita. Nel momento in cui l’anello si spezzasse allora sarebbe la condanna alla perdita di tutto il mio materiale. Vista cosi` e` una cosa che ha una prospettiva ben diversa dal semplice salviamo i dati da qualche parte.

  3. Francesco said

    Questo mi sembra un’altro tema molto interessante ed attuale, che tocca quindi sensibilmente la nostra generazione, catturata nella fitta rete di computer, cellulari, chat e msn. Credo che l’articolo sopra citato del Corriere della Sera online della giornata di oggi sia puro allarmismo. Non sono in particolar modo d’accordo con le affermazioni dell’articolo. Per me è vero proprio il contrario. Le foto digitali e la possibiltà di archiviarle su computer e magari su supporti digitali, ad esempio, sono state un grande passo in avanti. Oramai i vecchi album con fotografie incollate ed ingiallite sono vecchi, ingombranti, superati ed obsoleti. In un mondo che ogni minuto è sempre più tecnologico dobbiamo continuamente tenerci al passo, e non possiamo correre il rischio di essere superati dalle nuove tecnologie. Dobbiamo anzi sfruttarle a nostro vantaggio, ed usufruire di esse per organizzare al meglio i nostri ricordi. La scomparsa della carta è una conseguenza dell’era in cui viviamo, e non c’è da spaventarsi. Ognuno di noi, comunque, nel suo piccolo, può archiviare e non lasciar andare perse cose che gli interessano. Si reputa interessante la prima pagina del sito di Repubblica di oggi? La si salva in modalità non in linea e permane sul pc. Non si vuole cancellare un album di foto digitali sul pc? Si masterizza tutto su un cd. Ho fatto due piccoli esempi per dire che tutto quello che riguarda l’archiviazione di materiale deve partire da ognuno di noi, nel nostro piccolo, perchè quello che ci interessa archiviare è affar nostro. Inoltre reputo l’articolo del corriere piuttosto vago. Che significa la frase “Il materiale sulle olimpiadi di Sydney, del 2000, rappresentato da 150 siti che erano stati aperti nell’occasione, è stato cancellato non appena i giochi sono finiti”? In che modo sono stati “cancellati” i siti? Che materiale offrivano quei siti? Tutte affermazione a mio avviso non articolate, imprecise ed ambigue quelle del Corriere, che servono solo ad alimentare un allarmismo di cui francamente non vedo né il bisogno né l’utilità.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: